Taliedo

0
264
N060

PRIMO AEROPORTO MILANESE

Fino ai primi del Novecento Taliedo era una vasta zona di campagna ricca di orti, campi e cascine. Il quartiere prende il suo nome dalla Cascina Taliedo, la più grande della zona, che a sua volta prese il nome dai numerosi alberi di tiglio (tilietum in latino) presenti sul territorio.


Nel 1910 Taliedo venne scelta per accogliere il Circuito Aereo Internazionale, la gara aviatoria più interessante dell’epoca aperta a piloti di tutto mondo (4 di essi furono italiani) e si svolse all’Aerodromo di Taliedo, di proprietà della Società Immobiliare Lombardo-Veneta della capienza di 100.000 spettatori. Venne ricavato un percorso di gara chiuso di forma triangolare e l’area attrezzata con hangar e officine di manutenzione. Vennero requisite ed abbattute tutte le cascine della zona.

Ai bordi del campo, lungo la via Mecenate, nel 1915 la Società per lo Sviluppo dell’Aviazione in Italia costruì lo stabilimento per la produzione degli aerei progettati dall’ing. Gianni Caproni. Taliedo divenne quindi uno dei primi aeroporti d’Italia e l’unico Aeroporto di Milano fino alla costruzione di Linate.
Oggi nella zona lungo la Via Mecenate ci sono molti studi per la televisione e centri di produzione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui