Milano, riaprono i bar ma le discoteche rimangono chiuse.

0
203

Milano, dopo qualche giornata di follia e di quarantena forzata sono stati riaperti i bar e i pub con qualche restrizione sulla tipologia di servizio e somministrazione, sembra un passo verso il ritorno alla normalità mentre invece rimane il coprifuoco per i locali Notturni. Furibondi i titolari di discoteche e sale da ballo. Roberto Cominardi, titolare dell’Old Fashion, è furibondo: «La città sembra indirizzata alla normalità e i divieti valgono solo per le discoteche. L’agnello sacrificale in Italia è sempre il locale notturno. C’è un pregiudizio di base». Cominardi dice che riunirà il direttivo dell’associazione di categoria per domani per decidere il da farsi: «La potestà di decidere le zone delle ordinanze e dei divieti era dei prefetti e non dell’autorità regionale. Noi stiamo comunque valutando un ricorso al Tar contro le chiusure».

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui